6 materiali per il top della cucina

Il top della cucina è un elemento fondamentale perché contiene gli elementi più importanti come il lavello e il piano cottura. Una scelta che va fatta con molta attenzione, valutando nel dettaglio pregi, difetti e soprattutto la soluzione più idonea alle specifiche esigenze. Oggi sul mercato ci sono diversi materiali per il top, vi presentiamo la lista dei 6 materiali più utilizzati nelle cucine moderne che dovete assolutamente conoscere.

Laminato

Il laminato è uno dei materiali più utilizzati per il top della cucina. Si tratta di legno pressato e poi rivestito da un foglio di laminato che rende il tutto compatto e idrorepellente. Un materiale esteticamente molto gradevole, resistente all’usura e ad un prezzo molto accessibile. L’installazione garantisce una buona resa estetica, assoluta praticità e discreta durata nel tempo – anche se con il passare degli anni può perdere lucentezza e macchiarsi.

Fenix

Uno dei materiali più innovati per il top della cucina è il Fenix; particolarmente idoneo a soluzioni estetiche raffinate e attuali. La nanotecnologia utilizzata nella lavorazione di questo materiale consente di ottenere una superficie esterna che, trattata con resine acriliche di nuova generazione, indurite e fissate attraverso uno speciale processo, risulta resistente all’usura e cromaticamente stabile.

Corian

Il Corian è uno dei nuovi materiali per i top delle cucine: elegante, igienico, assolutamente piacevole al tatto e caldo alla vista. Non è proprio economico ma è un materiale molto resistente e si inserisce in ambienti di vario genere, dai più classici ai più contemporanei. Essendo una superficie così tecnologica è più versatile su modelli essenziali, che potremmo definire minimalisti.

Quarzo e pietre composite

Si tratta di piani realizzati con componenti riprodotte industrialmente attraverso le più moderne tecnologie costituite da assembramenti di materiali naturali (come marmo, sabbie, quarzi…) poi compattati e tenuti insieme da resine. Particolarmente igienici, solidi, resistenti agli acidi e soprattutto ai graffi, regalano superfici altamente performanti e si prestano a composizioni di vario genere. Possono avere diverse colorazioni, dalle più neutre a quelle più eccentriche, unico neo hanno spesso costi abbastanza elevati.

Acciaio

Il top in acciaio conferisce alla cucina un’eleganza sofisticata, oltre che carattere e un’aria professionale. Questo materiale, che potremmo definire “pregiato” è esteticamente molto gradevole, igienico (non è per nulla poroso), facile da pulire e permette composizioni anche articolate, inoltre, la possibilità di creare sul piano una superficie unica e solidale con i fuochi e il lavandino evita fastidiose giunture, abbattendo completamente il problema di infiltrazioni, accumuli di sporcizia e batteri.

Marmo

Il marmo è uno dei materiali più amati per il top della cucina. Indiscutibilmente bello, prezioso e molto antico, il marmo, nelle sue diverse tipologie, è un materiale che trova in cucina un largo impiego. Nelle diverse colorazioni che dal bianco di Carrara si spingono alle più grigie e chiuse tonalità del granito è sicuramente una certezza in questo ambiente della casa, nel quale piace molto e non conosce davvero stile o epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *